Crea sito

 

 

Israele ha utilizzato bombe al fosforo contro i palestinesi nell'operazione Piombo Fuso?

 

 

Premessa: tratto da qui e qui

 

Spesso si sente dire agli odiatori di Israele che questa nazione ha utilizzato bombe al fosforo contro i palestinesi nell'operazione Piombo fuso.

Si tratta di un fatto falso che fu prontamente smentito (http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=8&sez=120&id=27515) ma che dovette combattere contro una tecnica consolidata di disinformazione: dare al massima diffusione alla menzogna contro Israele e nascondere la smentita.

 

Nessun uso improprio di bombe al fosforo. Per la Croce rossa Israele non ha fatto alcun uso improprio degli ordigni, utilizzati per creare una cortina di fumo capace di nascondere l’avanzata delle truppe.  Per chi non avesse capito: il fosforo è stato usato per creare fumo mentre le truppe avanzavano, non per bombardare il nemico. Il comitato internazionale della Croce Rossa ha anche dichiarato  che il fosforo "non è insolito utilizzarlo per creare fumo o illuminare obiettivi. Non abbiamo nessuna prova che ci dimostri che sia stato utilizzato in altro modo”.

In risposta, l’IDF ha dichiarato di “augurarsi che sia riconosciuto da tutti che l’utilizzo delle armi era in linea con la legge internazionale, osservando che erano utilizzate in base al tipo di combattimento e alle loro caratteristiche”. Herby ha dichiarato che utilizzare il fosforo per illuminare un obiettivo o creare fumo è consentito dal diritto internazionale, e non c’è alcuna prova del fatto che lo Stato ebraico abbia intenzionalmente usato l’arma in modi illeciti, ad esempio incendiando edifici o mettendo consapevolmente a rischio.

 

Il 25 marzo 2009 la benemerita Ong HRW - Human Right Watch (quella famosa perché il suo responsabile militare era un collezionista di cimeli nazisti e il suo capo l'anno scorso è andato in Arabia Saudita, luogo notoriamente pieno di diritti umani, a raccogliere fondi spiegando che ne aveva bisogno per poter continuare a denunciare le malefatte israeliane), insomma la nota e buona HRW pubblicò un rapporto di 71 pagine sul tema, intitolato "Pioggia di fuoco – l'uso illegale del fosforo bianco a Gaza" il cui succo era che, anche se magari non l'aveva usato per ammazzare nessuno, Israele aveva violato le leggi internazionali per averlo utilizzato in aree densamente popolate. Non vi racconto di tutte le altre riprovazioni inflitte a Israele per avere usato questa sostanza (badate bene, non come arma ma come materiali illuminanti): dal rapporto Goldstone alla BBC alla Croce Rossa.


Bene, forse non ve ne siete accorti, perché nessuno ve lo ha detto, ma da un po' di tempo in qua anche i baldi terroristi di Gaza hanno aggiunto (http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=8&sez=120&id=36463) il fosforo bianco ai loro "razzi artigianali", come li chiamano i loro estimatori, con cui bombardano le località vicine in territorio israeliano, da Sderot in là. Ne hanno lanciati un po' a settembre ( http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-3955304,00.html ) e una dozzina dopo ( http://sfbay.craigslist.org/sfc/pol/2069361296.html ). Se seguite i link, potrete constatare da voi che l'uso di questa sostanza non è un'illazione malevola; essi stessi si vantano di utilizzarla. Israele ha protestato presso l'Onu ( http://www.israelnationalnews.com/News/news.aspx/140743 ), ma potete immaginare da soli con quanto successo.


Ora io vi chiedo: se il fosforo bianco è cattivo cattivissimo d a denunciare con forza, anche se se usato dagli Israeliani come illuminante in zone densamente popolate, com'è che diventa buono o almeno poco significativo quando lo usano i palestinesi nei razzi sparati direttamente sui villaggi e le città israeliane – che sono anch'esse popolate, vi assicuro, da gente che come diceva Scylock, hanno un cuore come tutti e se ferite soffrono come tutti? Quei razzi sono stati la causa dell'intervento israeliano su Gaza e continuano a essere sparati, solo oggi con il fosforo in più. Razzi, badate, che non hanno bisogno di illuminare o schermare nulla (perché non vi sono eserciti in azione), ma mirano solo a bruciare case e luoghi di lavoro e magari bruciar vivo qualche civile israeliano.


Com'è che Goldstone, lo HRW, la Croce Rossa, l'Onu, il papa, i politici di questo fosforo non si interessano? Com'è che i giornali, in Italia, in tutt'Europa, nella maggior parte del mondo non ne parlano? Non è più così cattivo il fosforo? O non sarà che se i terroristi attaccano, tutto quel che fanno va bene, ma se Israele si difende non le stesse cose non vanno più bene affatto? E questo dipenderà dal fatto che i terroristi sono "resistenti" che lottano per la pace e contro l'imperialismo e dunque hanno diritto alla simpatia di tutti, o forse dal fatto che le loro vittime sono ebree e quindi bruciarle vive "non è un reato"? Illuminatemi voi, per favore. Io non sono abbastanza intelligente per risolvere da me la questione. Magari per capirlo dovrei prendere io un po' di fosforo, quello buono, che si usa come ricostituente del cervello.

 

Ah, qualche odiatore di Israele ricorderà che esiste il rapporto Richard Goldstone che incolpa Israele di crimini di guerra nell'operazione Piombo fuso...

Goldstone ha smentito il suo rapporto sull'operazione Piombo Fuso ma quasi tutti i quotidiani italiani hanno evitato di dare la notizia. Richard Goldstone, l'autore del rapporto che incolpava Israele di crimini di guerra, s'è rimangiato tutto in un articolo pubblicato sul WASHINGTON POST dell'aprile del 2011.

Ha aggiunto anche: " Oggi sappiamo molto di più su quanto avvenne nella guerra di Gaza del 2008-2009 rispetto al periodo nel quale condussi l’inchiesta per conto del Consiglio Onu sui Diritti umani; se avessi saputo allora ciò che sappiamo oggi, il Rapporto Goldstone sarebbe stato differente ". Il rapporto Goldstone, insomma, era stato stilato senza gli elementi necessari, troppo in fretta. Goldstone stesso l'ha ritrattato, ma molti fanno finta di nulla.

 

 

 

 

Le verità sul medio oriente

oltre la propaganda antisemita

http://veromedioriente.altervista.org